Che cos’è una password? – #password #sicurezza

Che cos’è una password?

“Una password è solitamente associata a uno specifico username (in italiano nome utente o identificatore utente), al fine di ottenere un’identificazione univoca da parte del sistema a cui si chiede l’accesso.”

Tempo speso su internet
Questo simpatico grafico mostra le diverse quantità di tempo che passiamo su internet: POCO per lavorare, MEDIO su Facebook e TANTO per scegliere nuove password sicure (ovviamente ironico).
Oggi parliamo di password perché è sempre più importante imparare a tutelarsi.

Wikipedia dice anche: “In ambito informatico e crittografico, una password (termine inglese per “contrassegno”, “parola chiave”, “chiave”, “parola d’ordine” o anche “parola di accesso” in italiano) è una sequenza di caratteri alfanumerici utilizzata per accedere in modo esclusivo a una risorsa informatica (sportello bancomat, computer, connessione internet, casella e-mail, reti, programmi, basi dati, ecc.) o per effettuare operazioni di cifratura. Si parla più propriamente di passphrase se la chiave è costituita da una frase o da una sequenza sufficientemente lunga di caratteri (non meno di 20/30).

Ma perché è così importante che sia sicura? Beh, per tutelarvi!

Sempre più persone sono affamate dei vostri dati, una password di alto livello aiuta fortemente a mettersi al sicuro dai vari malintenzionati che popolano il web.

-> Condividi su Twitter <-

Vi passo anche un sito web che probabilmente fa una delle cose più comode che potreste cercare, ovvero vi crea non una ma ben due tipi di password sempre nuove!

Eccolo qui: http://www.generate-password.com/?language=it

Ci sono diversi modi, purtroppo, per sottrarre password e purtroppo la maggior parte, alla fine, funziona pure. Ma perché rendere la vita semplice a quelle persone che non trovano di meglio da fare che andare a caccia dei nostri dati?

Un sistema che richiede tempo ma alla fine può funzionare è ad esempio il metodo brute force.

Questo tipo di attacco sfrutta un algoritmo che “semplicemente” prova e riprova migliaia, milioni di combinazioni finché non trova quella giusta!

Però:

Utilizzando una parola italiana di 8 caratteri come password la sua sicurezza (il numero di possibilità che un attaccante deve testare) non è di 263 tentativi (una sicurezza equivalente a una chiave casuale di 64 bit) ma piuttosto il numero totale di parole italiane di 8 caratteri (una sicurezza equivalente a meno di 16 bit). È quindi palese l’importanza di utilizzare password molto lunghe (spesso chiamate passphrase) oppure generate casualmente; queste due scelte non fanno altro che barattare la facilità di memorizzazione con la lunghezza e il tempo necessario per inserire manualmente la password.

Non fa una grinza.

Dobbiamo tutti metterci in testa che utilizzare password sicure è l’unico modo che abbiamo per difendere la nostra privacy in quel grande labirinto di informazioni che è il World Wide Web.

Anche qui potrete trovare informazioni sulla creazione di una password forte, direttamente da Mr. Google:

https://support.google.com/accounts/answer/32040?hl=it

Come sempre se avete dubbi o domande scrivetemi pure ad alberto@damako.it, sarò lieto di rispondere!

Rispondi