#Tecnologia spaziale per le #auto connesse di #domani

Tecnologia spaziale per le auto connesse di domani

Ford e il Politecnico di San Pietroburgo sono arrivati alla fase finale dei test di nuove tecnologie spaziali utilizzabili per le auto connesse di domani

Tecnologia spaziale per le auto connesse di domani

La tecnologia può dare un forte contributo alla sicurezza delle auto. Grazie all’utilizzo degli ultimi sistemi di infotainment, delle tecnologie sempre più avanzate in ambito di connettività, del cloud e delle applicazioni, le auto connesse possono offrire agli occupanti un elevato standard di sicurezza, garantendo contestualmente anche un maggiore comfort alla guida. Grazie, infatti, all’utilizzo combinato di queste tecnologie, le auto diventano come una sorta di copiloti in grado di assistere con efficienza chi guida.

Tecnologia spaziale per le auto connesse

Ford, tra i pionieri sull’utilizzo di queste tecnologie grazie a Ford Sync, continua ad investire per lo sviluppo di soluzioni che possano migliorare le auto connesse. L’azienda automobilistica ha, infatti, annunciato che in collaborazione con il Politecnico di San Pietroburgo è giunta all’ultima fase di sperimentazione di un progetto su larga scala che studia l’applicazione, a bordo delle auto, di tecnologie di comunicazione spaziale sviluppate per il controllo a distanza di robot.

Clicca e twitta!

I ricercatori del dipartimento di telematica del Politecnico di San Pietroburgo hanno condotto una serie di esperimenti nello spazio sviluppando un protocollo di comunicazione multicanale sulla base del quale hanno dato il via alla ricerca portata avanti con Ford. Uno degli esperimenti prevedeva, per esempio, il controllo di un robot sulla Terra mediante input inviati tramite un joystick dagli astronauti a bordo della Stazione Spaziale Internazionale, confrontandosi con interferenze e tempi di trasmissione del segnale e simulando anche malfunzionamenti dell’infrastruttura di collegamento.

In futuro, il volume di informazioni trasmesse da centinaia di veicoli richiederà un network efficiente e stabile. La mappa della copertura, aggiornata in tempo reale in base al traffico, sarà il database in base al quale si potrà sviluppare al meglio l’infrastruttura di supporto alla connettività delle smart city di domani.

Questi esperimenti potranno, dunque, essere in futuro utilizzati per realizzare i nuovi modelli di auto connesse, per ottimizzare il loro funzionamento e renderle così più efficienti ed in grado, dunque, di offrire maggiori elevati standard di sicurezza.

Articolo completo

Un pensiero su “#Tecnologia spaziale per le #auto connesse di #domani”

Rispondi