Archivi categoria: Open Source

La realtà virtuale è Open

La realtà virtuale è sempre meno virtuale: OSVR, il più grande consorzio della realtà virtuale open source ha annunciato un update di Steam che fa ben sperare per il futuro.

Grosse novità per gli amanti della realtà virtuale. Non si tratta di novità tecnologiche di immediato impatto ma di una pietra fondante che cambierà il mercato di riferimento e darà una forte accelerata allo sviluppo di hardware e software specifico per questa tecnologia ancora poco utilizzata.

OSVR™, che sta per Open Source Virtual Reality, ha annunciato da qualche giorno che grazie alla partnership con Valve fornirà un update della piattaforma videoludica Steam con il quale garantirà supporto e visibilità a tutti i contenuti di realtà virtuale derivanti dal mondo open. Questo significa avere un singolo punto di distribuzione per tutti gli appassionati del genere.

Per i non addetti ai lavori OSVR™ è la più grande piattaforma software della realtà virtuale open source il cui scopo è fornire uno standard aperto per lo sviluppo di headset, controller e videogiochi che permettano la creazione di un sistema eterogeneo ma pur sempre interoperabile . Supportata dai leader del settore, il framework OSVR unisce sviluppatori e giocatori sotto un’unica piattaforma.

L’idea alla base è avere una piattaforma comune che permetta di unire hardware e software proveniente dal mondo open e dai diversi brand in gioco per garantire al consumatore una scelta libera e maggiormente personalizzata in linea con le sue esigenze. Ricordiamoci che la realtà virtuale è fortemente legata alle sensazioni del singolo utente e una scelta “senza vincoli” rispettando al contempo gli standard di compatibilità è ovviamente la più auspicabile. Poter scegliere headset e controller in base alle personali sensibilità garantirà un’esperienza il più possibile fedele a quella in prima persona.

Questo tipo di approccio permetterà esperienze immersive di altissima qualità.

Continua la lettura di La realtà virtuale è Open

Microsoft abbraccia l’open source

L’azienda di Redmond ha deposto l’ascia contro il software libero aderendo alla Linux Foundation. Ma non c’è niente di cui sorprendersi.

 

La battaglia è finita. Sono lontani i tempi in cui Steve Balmer, CEO di Microsoft, definiva Linux, un “cancro”. È notizia di qualche giorno fa che nella grande famiglia dei sostenitori del software libero sia arrivata la Microsoft Corporation, azienda i cui miliardi di fatturato derivano esclusivamente da software proprietario.

Lo fa inoltre diventando fin da subito “Platinum Member”, garantendo cioè, un versamento minimo di cinquecentomila dollari l’anno alla Linux Foundation. Colossi come Google e Facebook si sono “fermati” allo status di “Gold Member”.

La Linux Foundation è un organizzazione no-profit il cui scopo è creare ecosistemi digitali in grado di accelerare lo sviluppo di software open source e come quest’ultimo possa essere adottato in soluzioni commerciali di primissimo livello.

La notizia comunque non è un fulmine a ciel sereno. Da tempo l’azienda di Redmond aveva sposato, seppur per ristretti ambiti, la filosofia open. Ad oggi alcuni programmi Microsoft come PowerShell, Visual Studio, e ChakraCore (un interprete JavaScript) sono rilasciati come software open source. Oltre ad un partenariato con Canonical per portare Ubuntu su Windows 10, la piattaforma Cloud Azure ormai da tempo fornisce la possibilità di creare macchine server Linux in pochissimi click.

Parlando invece del mondo mobile, Microsoft ha formalizzato quest’anno l’acquisizione di Xamarin una piattaforma open per lo sviluppo di applicazioni mobili. E sebbene fino a qualche anno fa sarebbe stato impensabile , dopo l’acquisizione Xamarin è rimasta open.

Continua la lettura di Microsoft abbraccia l’open source

Let’s Encrypt, certificati SSL gratuiti per tutti

Let’s Encrypt, certificati SSL gratuiti per tutti

Let’s Encrypt è la certificate authority che, a partire dall’estate del 2015, emetterà certificati SSL/TLS gratuiti per attivare il protocollo HTTPS.

CodeWeek, Italia al top in Europa nel coding

CodeWeek, Italia al top in Europa nel coding

La settimana italiana della programmazione è stata un successo. A dicembre la celebrazione mondiale dell’ora del codice.

Damako @Milano SMAU 2014

Damako @Milano SMAU 2014

Dopo Firenze, siamo stati invitati di nuovo alla principale fiera italiana dedicata all’Information & Communications Technology e non potevamo certo mancare.

Smau Damako

Dopo la tappa nella bellissima Firenze, nella scorsa edizione dello SMAU, abbiamo ritenuto necessario partecipare come visitatori all’edizione milanese che si chiuderà oggi alle 18. Siamo stati presenti mercoledì 22 e giovedì 23, il tempo necessario per approfondire qualche argomento con gli workshop organizzati e per conoscere e farsi conoscere dalle tantissime aziende presenti con gli stand.

Adesso parlo in prima persona, perché voglio esprimere il mio parere personale su quello che è stato per me questo evento incredibile a fieramilanocity.

Innanzitutto, giornate splendide guastate solo da un vento fortissimo. Il quartiere è in piena espansione e già si nota perfettamente lo spirito di preparazione all’EXPO del 2015. 

L’ingresso alla versione milanese lascia sicuramente spiazzati. Se a Firenze c’era un grande salone dedicato, qui siamo proprio su altri livelli. Tre, di preciso. 

Continua la lettura di Damako @Milano SMAU 2014